Italian Beauty Managers: IBM in tenuta antisindacale

Nel mese di febbraio L’ibm Italia paga un soggiorno termale ad una cinquantina dei propri managers (famiglie comprese) proprio quando l’emergenza crisi infuria ovunque. Una vacanza premio di quattro giorni tutta pagata con i soldi dell’azienda, mentre i lavoratori da tempo non ricevono aumenti di stipendio e subiscono di continuo riduzioni dei costi (che si traducono in peggiori condizioni di lavoro). L’indignazione si concretizza con una raccolta di firme promossa dall’rsu Davide Barillari su facebook che raccoglie nell’immediato centinaia di firme. La notizia buca i media, (la repubblica) e il management dell’IBM naturalmente non ne gioisce.

La sicurezza sul lavoro, una campagna per i giovani canadesi